Le radiografie endorali, l’ortopantomografia e la teleradiografia sono esami bi-dimensionali, ma in alcuni casi, o in base al piano di trattamento, può rivelarsi necessario avere a disposizione immagini tri-dimensionali. In caso, ad esempio, di una riabilitazione con impianti o estrazione di denti del giudizio particolarmente complicati, è importante per il chirurgo poter fare le sue valutazioni su radiografie 3D. Questo permette di stilare un piano di trattamento preciso, riducendo notevolmente i rischi intra-operatori e l’invasività dell’intervento, poiché l’immagine tri-dimensionale della TAC corrisponde esattamente alle Vostre strutture anatomiche in tutte le dimensioni dello spazio.

La presenza in studio di una TAC Cone Beam evita a Voi pazienti di dover effettuare l’esame presso un ospedale o un centro diagnostico, riducendo quindi disagi e perdite di tempo. L’uso di un’apparecchiatura appositamente progettata per lo studio odontoiatrico offre anche il vantaggio di emettere una dose di radiazioni fino a dieci volte minore rispetto a una TAC medicale. L’esame richiede pochi secondi e si esegue in piedi; la macchina è totalmente aperta.